PIAZZA AFFARI: CHIUSURA CON LO SPRINT

11 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso con uno sprint finale che ha portato tutti gli indici in positivo. Il Mibtel ha terminato la seduta con un rialzo dell’1,33%, il Mib30 ha preso l’1,60%, il Midex lo 0,51%. Molto forte il Numtel, in rialzo del 5,08%.

La spinta è venuta dai telefonici, che nell’ultima mezz’ora sono partiti verso l’alto, in linea con il settore europeo. Più forti anche gli energetici, le multiutilities, gli editoriali. Venduti ancora gli assicurativi, con l’eccezione di Alleanza (+0,82% a €15,45) che si è ripresa nel finale.

“E’ un mercato non facile, nervoso, si compra e si vende velocemente – racconta il trader di una primaria Sim – la sensazione comunque è che il sentiment sia cambiato in positivo, sia pure senza grosse illusioni”.

Ecco alcuni tra i titoli che hanno movimentato di più il mercato.

Seat ha chiuso in negativo (-1,84% a €1,97). “Ma c’è da aspettarsi un rimbalzo”, afferma il trader, sulla scia della notizia che Roberto Colaninno, numero uno di Telecom Italia, sarà presidente di Seat-Tin.it, con Lorenzo Pellicioli vicepresidente e amministratore delegato del gruppo.

Telecom Italia è cresciuta del 3,27% a €12,84. In alto anche il titolo risparmio (4,36% a €6,48) che, secondo un operatore di mercato, “ha ancora spazi per salire”.

Olivetti è salita del 6,98% a €2,79; Tim ha messo a segno un rialzo del 3,42% a €8,82.

Tra le utilities Autostrade (+0,82%) ha chiuso ben intonata a €15,45. “Il titolo era sceso tanto e ora rimbalza; nel suo settore può essere considerato un difensivo”, spiega un trader. Hanno giocato anche i rumors sull’eventualita’ che le decisioni dell’authority per le telecomunicazioni possano preludere a una riapertura dei giochi sull’UMTS per Blu, di cui Autostrade e’ il principale azionista. Molto più corposo il rialzo di Aem: +5,95% a €2,67.

Tra gli energetici Eni ha chiuso in rialzo del 2,61% a €6,89 in linea con gli altri titoli del settore in Europa, e sulla scia del rialzo del prezzo del greggio.

Tra gli editoriali gli operatori segnalano la performance di Mediaset (+5,58% a €13,35) anche se qualche trader afferma che si tratta “solo di ricoperture”.

Sul Nuovo Mercato Tiscali ha guadagnato anche oggi, chiudendo con un rialzo del +10,07% a €17,27. “E’ un titolo che si è rafforzato, potrebbe anche arrivare fino a quota 20”, dice un operatore. Hanno pure giocato a favore le voci di una possibile alleanza della controllata Andala con Blu.