PIAZZA AFFARI CHIUDE SUI MASSIMI, CROLLA PARMALAT

27 Febbraio 2003, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ritrova il toro e chiude sui massimi l’ennesima seduta nervosa e volatile.

L’avvio fa ben sperare, ma a metà giornata si torna sui livelli della parità, anzi peggio.

C’era attesa per l’apertura di Wall Street, che non ha deluso, grazie soprattutto al dato confortante degli ordini di beni durevoli

La piazza Usa adesso sta dando segnali contrastanti dietro il dato estremamente negativo relativo alla vendita di nuove case e a causa dei deludenti numeri relativi ai sussidi di disoccupazione, ma il trend rimane positivo.

In attesa dell’evolversi delle tensioni tra Usa e Iraq, sulle piazze borsistiche continuano a tenere banco le reazioni all’ennesimo scandalo contabile che ha interessato l’olandese Ahold.

Anche in Italia si è registrata una reazione spropositata degli investitori alle notizie comunicate da Parmalat, tra le poche macchie rosse (insieme a Snam Rete Gas e Antonveneta) della giornata.

Il titolo della società alimentare è stato anche sospeso dalle contrattazioni ed è scivolato fino a €1,4 dopo la decisione di annunciare un bond settennale da €300-500 milioni per “ridurre l’indebitamento”. Il mercato teme che ci sia sotto qualcosa d’altro, memore del caso Cirio. Staremo a vedere.

Il Mibtel è salito a 16.997 punti (+1,71%).
Il Mib30 ha raggiunto quota 23.365 punti (+2,08%).
Il Midex ha guadagnato lo 0,67% a 19.462 punti.
Il Numtel ha chiuso a 1.175 punti (+0,69%).

Sul Mib30 hanno brillato gli assicurativi come Ras, Alleanza e Generali.

Ottimo andamento anche per i titoli bancari come la più importante merchant bank italiana, ovvero Mediobanca, Unicredito, San Paolo Imi e Intesa, che pure aveva subito pesanti vendite nel timore di una forte esposizione con Parmalat. Piatta Capitalia.

In denaro anche i tmt: bene Mediaset anche a causa dell’intricato caso Rai, così Stmicroelectronics e i telefonici Tim e Telecom Italia

Tra i protagonisti positivi della giornata ci sono stati anche Eni, che sembrerebbe avviata verso target a €15-€16 secondo l’analisi tecnica e soprattutto Fiat dopo l’addio anticipato di Paolo Fresco.

Attenzione ad Autostrade: si mormora che Schemaventotto abbia in mente un collocamento azionario.

Sul Midex la regina è stata l’Espresso, mentre ha chiuso in calo Lottomatica nonostante voci di un maxi dividendo da €1.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana