PIAZZA AFFARI CHIUDE IN TERRITORIO NEGATIVO

2 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Milano chiude la settimana con gli indici in territorio negativo e con volumi in calo rispetto alla media. Gli investitori hanno allegerito le posizioni su tecnologici e media sin dalla mattina, mentre hanno resistito le holding Telecom. Il ‘Risiko bancario’ continua a incrementare le speculazioni sui vari titoli e oggi ne ha fatto le spese principalmente Monte dei Paschi di Siena.

Il mercato è rimasto comunque privo di spunti e in attesa dei dati macroeconomici USA sul lavoro e la produzione sino al pomeriggio. L’avvio fiacco dei mercati americani ha tolto ogni possibilità di recupero al mercato.

Tra i pochi i motivi di interesse, oltre la tenuta dei telefonici, una certa attività sul Nuovo Mercato.

Il Mibtel si e’ fermato in rosso dello 0,92% a 30.616 punti, mentre il Mib30 ha chiuso a -1,12% a 44.049 punti. Il Numtel ha ceduto l’1,22% a 4.947 punti.

Nel comparto dei telefonici hanno tenuto Telecom Italia (+0,55%) a €13,62 e Olivetti (+3,01% a €2,94). I titoli sono sostenuti dagli ultimi rating positivi di Bank of America e di Goldman Sachs Il mercato inoltre attende l’appuntamento di lunedì a Firenze. E’ in scaletta una due giorni con i top manager del gruppo su strategia e previsioni per il 2001. (Vedi Piazza Affari: Telecom e TIM crescono su attese)

Per quanto riguarda TIM (-1,21% a €8,51) “il titolo ha sofferto cosi’ come Seat Pagine Gialle – commenta a WallStreetItalia un analista – per il bond emesso da Telecom”.

Nel comparto dell’high-tech, ha guadagnato il 4,73% Digital Bros arrivando a €18,05. Il titolo del Nuovo Mercato è stato tra i migliori della seduta grazie alla sigla di accordi commerciali con due multinazionali del settore del digital entertainment. (Vedi Piazza Affari: rimbalza Digital Bros)

Nel comparto di Internet, Tiscali (-2,45% a €20,31) è rimasto ancora sotto i riflettori con forti scambi. Operatori di mercato sono convinti che il sostegno al titolo sia venuto dalle indiscrezioni su operazioni che la partecipata Andala avrebbe in ballo con cinque squadre di calcio italiane. (Vedi Piazza Affari: Tiscali sale su voci su Andala)

Nel comparto delle utilities, luci su Italgas (-1,96% a €11,2). La societa’ controllata da Eni e’ cresciuta per gran parte della seduta nell’ipotesi di imminenti mosse nell’azionariato per poi chiudere in rosso sulle prese di beneficio. (Vedi Piazza Affari: acquisti e volumi per Italgas)

Nel comparto industriale, perdite su STMicroelectronics (-2,44% a €48,75). Il titolo ha ritracciato dopo il recupero messo a segno la settimana scorsa da tutto il comparto dei tecnologici. Il freno viene anche dalle previsioni di utili nel primo trimestre 2001 inferiori agli utili del quarto trimestre 2000. (Vedi Piazza Affari: STM perde terreno e cede il 2,04%)

Nel comparto editoriale, difficoltà per Seat che si e’ fermato in calo del 2,79% a €2,12. L’editoriale torinese ha proseguito la discesa impostata ieri cosi’ come tutto il settore media. (Vedi Piazza Affari: Seat debole, pochi scambi)

Nel settore bancario, ha chiuso pesante MPS (-3,47% a €4,79). Secondo l’operatore di una Sim tedesca “è in atto un abbandono di MPS a favore di BNL”. MPS sta trattando con Banca Popolare di Vicenza l’acquisto di una quota del 5% dell’istituto romano. “Ma nel settore c’è molta attesa per le parole che domani pronuncerà il governatore della Banca d’Italia, Antonio Fazio”, ha fatto notare l’operatore. (Vedi Piazza Affari: pesanti i bancari aspettando Fazio)

Nel settore finanziario fa notizia la chiusura in rosso di RAS (-2,89% a €15,65): “Si tratta di vendite sulla notizia di dati di bilancio particolarmente buoni – commenta un analista a WallStreetItalia – I risultati erano attesi e il titolo oggi ha scontato i progresi degli ultimi tempi”. (Vedi Piazza Affari: RAS soffre per i dati del 2000)

Infine, da segnalare la buona performance del titolo Bulgari (+1,21% a €12,51) dopo la raccomandazione d’acquisto da parte di Lehman Brothers in seguito ai dati di bilancio. Il fatturato 2000, si legge nel report della merchant bank, e’ risultato in linea con le attese e l’outlook rimane positivo anche in base ai solidi fondamentali della societa’. (Vedi Lusso: Bulgari, Lehman Brothers consiglia Buy)