PIAZZA AFFARI CHIUDE IN RIALZO MALGRADO OLIVETTI

30 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso la prima seduta della settimana con gli indici in rialzo malgrado le forti vendite che hanno registrato, Pirelli e Olivetti, due dei titoli a maggiore capitalizzazione del listino.

Il Mibtel si è fermato in rialzo dello 0,86%, il Mib30 a +0,91%, il Midex a +0,47%, il Numtel a +2,85%.

“La notizia della giornata è stata la conquista di Olivetti da parte del duo Pirelli-Benetton e alcune banche – commenta un operatore di una primaria Sim che preferisce rimanere anonimo per politica aziendale – e alle 17:00 i due titoli avevano scambiato oltre 1.550 miliardi di controvalore”.

“Le forti vendite – aggiunge il trader – hanno una sola ragione: gli investitori istituzionali così come quelli individuali non hanno più fiducia nelle regole del mercato italiano. L’operazione fuori mercato che premia solo Colaninno e soci con plusvalenze miliardarie crea molto malcontento e le vendite lo dimostrano”.

Un altro trader di una Sim milanese ha detto a Wall Street Italia che “i due titoli sono stati letteralmente massacrati tornando a quello che per gli analisti è il valore dei soli asset, al valore nudo della società che per Pirelli è sui €2,6 e per Olivetti intorno ai €2,1”.

“La conferenza ha lasciato molti dubbi e al momento non c’è visibilità oltre l’asset value” conclude l’operatore.

A fare da contraltare alle vendite su Olivetti e Pirelli sono stati gli acquisti su TIM e Telecom Italia, sui fondamentali e comunque in attesa di vedere cosa farà la nuova dirigenza ora che non peserà più “l’effetto Colaninno”.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Tlc: Il regalo di Telecom per eBiscom e Aem, Piazza Affari: Il Nuovo Mercato fa scintille, Piazza Affari: dove vanno Pirelli e Olivetti e anche Telecom Italia conquistata da Pirelli e Benetton, Telecom: Tronchetti Provera e Benetton ai comandi, Tv: quale futuro per LA7?, La galassia Olivetti-Telecom e Telecom: Enrico Bondi nuovo amministratore).

L’operazione su Olivetti ha determinato anche altri forti avvenimenti sul listino con alcuni titoli che sono volati in apertura sulla scia delle possibili novità che si potrebbero creare dopo quanto avvenuto nel fine settimana. In particolare è cresciuta e.Biscom dopo il 19% guadagnato alla vigilia.

Così come Aem, anch’essa in forte crescita, la società di Silvio Scaglia potrebbe godere di nuove sinergie con Telecom Italia ora che al posto di comando c’è Tronchetti Provera.

e.Biscom e Aem controllano insieme Fastweb e Metroweb (Vedi anche TLC: il regalo di Telecom per e.Biscom e AEM, Piazza Affari: rientra e.Biscon e subito sale e Piazza Affari: il Nuovo Mercato fa scintille).

Oggi è stata anche la giornata dei titoli editoriali che hanno proseguito sulla scia impostata dal rimbalzo di venerdì scorso: Mediaset e L’espresso hanno fatto scintille.

Forti acquisti anche per il comparto bancario e in particolare per quello del risparmio gestito. Bipop Carire ha chiuso come miglior titolo della seduta: “Il primo di agosto ci sarà l’assemblea e tutti si aspettano qualcosa sull’annosa questione della Azimut” ha detto un operatore.

Tra i tecnologici ha corso STMicroelectronics che si è trascinata dietro anche la controllante Finmeccanica.

La settimana si è quindi aperta con il piede giusto e per il resto dell’ottava si dovrà fare i conti non più con i conti della società ma sui tanti dati macroeconomici che arriveranno nei prossimi giorni dagli Stati Uniti. (Economia USA: settimana di dati caldi )

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Piazza Affari: I titoli chiave del 30 luglio