PIAZZA AFFARI CHIUDE CON UN NULLA DI FATTO

7 Maggio 2003, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso la giornata con gli indici in leggero calo e con gli investitori incerti fermi a guardare. Il mercato è parso subito riflessivo non sapendo se cedere alle tentazioni dei realizzi, dopo le ultime corse, o se proseguire sulla scia dei rialzi.

L’America non ha aiutato a trovare una direzione precisa in una giornata caratterizzata dall’assenza di dati macro o utili societari di particolare rilievo. La partenza a passo di gambero di Wall Street e il parziale recupero non hanno fatto cambiare faccia al mercato meneghino.

A Piazza Affari i più brillanti sono stati i titoli finanziari e in particolare quelli del risparmio gestito dopo le anticipazioni sulla raccolta di aprile. Anche Fideuram dopo un passaggio in rosso ha recuperato il terreno positivo.

E’ ripartita la corsa al rialzo di Bnl dopo i realizzi della vigilia, ma è stata Capitalia a segnare il guadagno maggiore della giornata.

Le volontà di Unicredito hanno messo in crisi Generali dopo che la banca guidata da Profumo ha deciso di ridurre la propria quota nel Leone triestino. Mediobanca sta infatti studiando la cessione della quota del 3,5% di Unicredito in Generali. Gli investitori temono che anche Capitalia e Mps possano fare la stessa cosa.

Tra le stelle della giornata e con forti volumi, troviamo anche oggi Edison con la speculazione che non si placa dopo alcune conferme e nuove voci.

In leggero calo Snam Rete Gas dopo la presentazione dei conti trimestrali.

Tra gli energetici piatto Saipem mentre Eni si è mantenuto sopra la parità.

Per i Tmt non c’è tanto denaro. I risultati e le previsioni di Cisco non hanno incoraggiato gli acquisti, ma Stmicro ha fatto strada a se chiudendo in denaro.

Della scuderia Pirelli nessun titolo ha chiuso in denaro. In rosso troviamo infatti Telecom Italia, malgrado stamani abbia incassato un giudizio positivo da Euromobiliare, e Tim downgradata da una banca tedesca.

Vendite anche su Seat Pg dopo che Tronchetti Provera ha definito i probabili termini per la vendita delle directories.

Sul Nuovo Mercato Digital Bros ha ceduto terreno dopo aver siglato un’intesa, mentre
Tiscali si è mossa sui €4,4 non lontano dai livelli di partenza.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina