PIAZZA AFFARI CHIUDE CON UN LEGGERO RIALZO

4 Giugno 2003, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso in rialzo, ma non lontano dalle quote della vigilia, dopo una timida partenza e una escursione in territorio negativo nel primo pomeriggio.

L’andamento altalenante è stato legato a quello dei mercati americani che hanno sprintato in avvio per poi rallentare.

A Milano, il risultato migliore è stato quello di Saipem che ha trascinato dietro di se tutti i titoli del comparto petrolifero. Buona crescita anche per Enel dopo le ipotesi della creazione di un polo ostile formato da Edison e Aem Milano. L’operazione è stata comunque smentita dalla municipalizzata milanese.

Denaro sul comparto finanziario sia per i bancari che per gli assicurativi. Tra i più scambiati troviamo San Paolo Imi con i titoli del risparmio gestito.

Acquisti anche per Fiat, malgrado il comparto a livello europeo sia pesante per il profit warning della tedesca Daimler.

Le prese di profitto hanno presto lasciato il posto agli acquisti su Stmicro, cresciuta al pari della controllante Finmeccanica.

In rosso i titoli telefonici con Telecom Italia colpita dal taglio di target price da parte di Lehman Bros che ha inoltre confermato un giudizio negativo.

In rosso anche Seat Pagine Gialle in attesa di conoscere il destino delle directories e della controllata Buffetti.

Infine, il mercato anche oggi ha registrato l’assenza dalle contrattazioni per Giacomelli in attesa che si sblocchi la situazione debitoria o parta l’amministrazione controllata.

b>Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina