PIAZZA AFFARI CHIUDE BENE TRAINATA DA WALL STREET

5 Dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Trainata da Wall Street, Piazza Affari ha chiuso bene la giornata con un forte rimbalzo dei telefonici, del nuovo mercato e di STMicroelectronics.

Il Mibtel ha guadagnato l’1,6% a 31.862, il Mib30 è salito del 1,9% a 46.321 mentre il Midex è rimasto praticamente invariato a 34.852 con un calo di 4 punti.

“Questa è stata una giornata di attesa -ha detto un’operatore di borsa a WallStreetItalia- e quando abbiamo sentito che (il Presidente della Federal Reserve) Greenspan non vede segni di recessione ed è possibilista su tagli ai tassi d’interesse, quasi tutto è salito. Il Nuovo Mercato, soprattutto, ha seguito il balzo del Nasdaq.”

Al Nuovo Mercato, infatti, sono salite molto Recordati (+8,4% a 22,01 euro), Italdesign (+7,8% a 8,30 euro), Data Service (+6,9% a 45,95 euro) e Poligrafica San Faustino (+7,3% a 86 euro). Biosearch è aumentata del 3,6% a 53,95 euro dopo aver presentato i risultati positivi ottenuti in uno studio effettuato con un antibiotico innnovativo per il trattamento di gravi infezioni.

In controtendenza Tiscali (-2% a 28,40 euro) alla vigilia della chiusura dell’offerta pubblica di scambio sull’Internet provider olandese World Online.

Per gli altri telefonici, invece, è stata una giornata di rimbalzo, a cominciare da Tecnost (+5% a 3,87 euro) e Olivetti (+4,5% a 3,46 euro). Sono salite anche le controllate Telecom Italia (+3,4% a 13,61 euro) e TIM (+2,9% a 9,34 euro).

Altro rimbalzo senza notizie è quello di Finmeccanica (+4,1% a 1,36 euro), sulla scia del rialzo della partecipata STMicroelectronics (+8,7% a 53,3 euro).

Fiat è cresciuta del 1,6% a 28,42 sulla scia della notizia dell’aumento delle vendite di auto in novembre (+7,56% le immatricolazioni rispetto allo stesso mese del 1999).

Gli editoriali hanno chiuso in ordine sparso. Mediaset ha perso lo 0,1% a 14,42 euro dopo che Merrill Lynch ha rivisto al ribasso il giudizio sia di medio che di lungo periodo sul titolo, emettendo un rating di “neutrale” nel medio periodo, in ribasso rispetto a “accumulare”.

Lettera anche su Class Editori (-4% a 12,24) mentre L’Espresso ha guadagnato il 3% a 10,86 euro.