PIAZZA AFFARI: BIPOP, DOVE VUOLE ARRIVARE?

17 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Bipop Carire lascia sul terreno il 2,11% a €3,6.

Il titolo secondo due analisti tecnici interpellati da Wall Street Italia è destinato a scendere ancora, fino a una fascia compresa tra €3,20 e €3.

“Ha rotto al ribasso il supporto importantissimo di €4, un livello – spiega Cristina Peccati analista tecnica di Centrosim – che aveva tenuto per circa sei settimane e che aveva anche provato a lasciare per testare, ma invano, la resistenza di €5”.

Un analista tecnico di Gestnord Intermediazione Sim rammenta a Wall Street Italia che il 17 marzo di un anno fa Bipop aveva raggiunto il suo massimo a €12,80. “Poi ha iniziato a scendere parallelamente alla flessione del mercato azionario e via via ha rotto supporti prima a €8, poi a €6, infine a €4, per avviarsi verso quota €3”.

Dresdner Kleinwort Wasserstein fa sapere di aver emesso un rating sul titolo a “Hold”, cioè tenere. In aprile il fair value di Bipop, secondo Dresdner, era di €5,20. Ma ora, avverte un operatore che chiede di non essere citato” le stime sono in fase di revisione.

Secondo Donatella Principe, analista di Banca Popolare di Vicenza, il titolo soffre “perché non ci sono risultati, perché intende vendere Azimut, cioè l’unico gioiello che ha in cassa, e perché al momento non esistono grosse prospettive per il risparmio gestito in generale”.