PIAZZA AFFARI: ATTESA UN’ALTRA GIORNATA POSITIVA

15 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari si avvia in territorio positivo, anche se il Fib30 è sceso di 5 punti a quota 48.465.

Il mercato è elettrizzato dalla performance del Nasdaq, che ieri è salito di quasi il 6% e ha permesso alle Borse europee di scattare in avanti. “Oggi non ci aspettiamo cambiamenti sostanziali – dice a Wallstreetitalia un operatore del mercato – i primi movimenti sono positivi e confermano la tendenza di ieri anche se è possibile qualche leggera correzione”.

Ieri il Mibtel aveva chiuso con un rialzo del 2,38% a 33.200 punti; il Mib30 a +2,75% a 48.313 punti. Il Nuovo Mercato aveva guadagnato il 3,53% a 5.966 punti.

Per oggi il mercato scommette sul fatto che il Fib30 possa andare a testare quota 48.700 e, se superata, possa porsi l’obiettivo successivo di 48.900. “Ci si tiene comunque su posizioni corte, con un orizzonte di 24-48 ore – fa notare l’operatore – e i titoli che alla vigilia hanno perso il giorno dopo recuperano e viceversa. Ora molto dipenderà se in America si riuscirà ad avere presto un presidente e se il Nasdaq riprenderà stabilmente quota”.

Oggi è in programma la riunione della Federal Reserve USA: “è possibile che in prossimità della riunione della Fed si possa avvertire un certo nervosismo sul mercato – avverte l’operatore – ma non mi aspetto nulla più, anche perché è improbabile che la Banca centrale americana ritocchi i tassi di interesse”.

Quanto ai singoli titoli, l’operatore segnala scambi in forte aumento su Credito Emiliano e suggerisce di tenere d’occhio Mps e Compart “peraltro fortissima da circa dieci giorni”.