PIAZZA AFFARI ASPETTA IN ROSSO L’AVVIO DI WALL ST

1 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

A metà seduta la Borsa di Milano è la peggiore tra le piazze europee, proseguendo cosi’ nella striscia negativa che l’ha vista sottoperformare gli indici delle altre Piazze del Vecchio Continente nelle ultime sedute. (Vedi anche Borse UE arretrano dietro future Wall St)

Il Mibtel cede lo 0,65%, il Mib30 lo 0,78%, il Midex lo 0,25%. In calo anche il Nuovo Mercato il cui Numtel segna -1,06%.

Pesano le vendite su Seat Pagine Gialle (-7,5% a €1,2) e sui telefonici. Per l’editoriale torinese si tratta di prese di profitto dopo il rimbalzo di ieri, ma anche di una bocciatura del mercato alle ipotesi di proseguire nell’offerta sulla svedese Eniro dopo la bocciatura di ieri da parte del maggiore azionista Telia. (Vedi anche Piazza Affari affondata da Seat e tlc)

In difficoltà anche i telefonici sulla scia di quanto sta avvenendo a livello settoriale in tutta Europa: Olivetti cede l’1,98% a €2,13 e Telecom l’1,3% a €11,05.

Recupera dai minimi della seduta Pirelli (-0,35% a €3,5) dopo le indiscrezioni, poi smentite, che sia pronta una proposta per acquisire Lucent. (Vedi anche Piazza Affari: Pirelli sconta ipotesi Lucent)

Tra i tecnologici brucia denaro STMicroelectronics (-3,25% a €40,45) dopo l’annuncio della riduzione degli investimenti. (Vedi anche Piazza Affari: STM non segue la corsa di Novellus)

In ribasso anche molti titoli del Nuovo Mercato dove pesa Tiscali (-2,01% a €13,6) su cui sta influendo la scadenza del lock up dell’operazione Liberty Surf. (Vedi anche Piazza Affari: Gli spunti sul Nuovo Mercato)