Piazza Affari archivia la giornata con il segno più

4 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Piazza Affari conclude la giornata con freccia verde, mostrandosi tra le migliori piazze del Vecchio Continente. Dopo un avvio di giornata all’insegna della debolezza, la borsa milanese già si mostrava lievemente positiva al giro di boa. I guadagni sono proseguiti dopo che la borsa di Wall Street ha aperto la giornata in territorio positivo rincuorata anch’essa anche dall’emissione del bond decennale della Grecia. Il paese ellenico ha annunciato oggi il lancio di un bond decennale per raccogliere sino a 5 miliardi di euro, con il mercato che ha reagito con una forte richiesta. Sul mercato valutario, l’euro indietreggia nei confronti del biglietto verde. Il cambio EUR/USD torna sotto la soglia degli 1,36 scambiando a 1,3571 USD, dopo aver toccato un massimo di 1,3713 USD. Oggi è stato il giorno della BCE che ha lasciato invariato all’1% il costo del denaro, come peraltro ci si attendeva. “Abbiamo deciso di lasciare invariati i tassi che riteniamo ancora siano a livelli appropriati”. Ha dichiarato, il presidente dell BCE, Jean Claude Trichet. Nulla di fatto anche per la la Bank of England. Il Monetary Policy Committee (MPC) ha deciso di lasciare invariati i tassi d’interesse allo 0,5%. L’indice FTSE IT All-Share archivia la giornata in rialzo dello 0,41% a 22.359 punti il FTSE MIB un progresso dello 0,46% a 21.844 punti. Il FTSE IT Mid Cap un incremento dello 0,52% a 24.384 punti. Debole invece il FTSE IT Star con un -0,10% a quota 11.076. Autogrill chiude in coda al FTSE MIB. Le azioni dell’azienda, che cedono circa il 3% hanno subito una vera e propria battuta di arresto dopo l’annuncio dei conti trimestrali da cui è emerso che la società non distribuirà la cedola per il 2009. Linea rossa per Telecom Italia . Cheuvreux ha tagliato il giudizio a sell da underperform, con target price a 0,85 da 0,90 euro. La compagnia telefonica italiana è al centro dell’attenzione in questi ultimi tempi per l’indagine sul riciclaggio effettuata dalla Procura di Roma e per le ipotesi sullo scorporo della rete. Tra i bancari, ottima la giornata della Pop di Milano ai massimi di circa un mese. In gran spolvero il Banco Popolare. Guadagni sostenuti anche Intesa San Paolo. Sugli scudi Prysmian e Lottomatica dopo i risultati di bilancio annunciati ieri a mercati chiusi. Il gruppo attivo nel settore dei giochi e delle scommesse ha registrato nel 2009 ricavi consolidati pari a 2,18 miliardi di euro, in rialzo del 5,7% rispetto all’anno precedente mentre l’utile netto è scivolato del 27,3% a 68,1 milioni. Il CdA ha deciso di proporre un dividendo pari a 0,74 euro per azione, in aumento dagli 0,68 euro del 2008. Il gruppo attivo nel settore cavi, invece, ha chiuso l’anno con ricavi in calo del 17,4% a 3.731 milioni di euro e con un utile netto pari a 252 milioni di euro, in crescita del 7,5% rispetto al 2008. Invariato il dividendo unitario a 0,417 euro per azione. La società ha poi detto di voler emettere un bond fino a un massimo di 400 milioni di euro. Oggi saranno Autogrill e Finmeccanica a comunicare i risultati del 2009. Misti gli oil, con Eni e Saipem dalla parte delle vendite. Tenaris mostra un lieve rialzo. Tra gli altri energetici, luce rossa per Enel, mentre sul completo, tonica Edison che ha annunciato che è stata costituita una società per realizzazione di un gasdotto Grecia-Bulgaria. BEH (Bulgarian Energy Holding) e IGI Poseidon SA (joint venture paritetica tra DEPA, la società pubblica del gas in Grecia, ed EDISON) hanno finalizzato oggi l’intesa per la costituzione dell’Asset Company(BEH 50% e IGI Poseidon SA 50%) che realizzerà il nuovo gasdotto IGB Interconnector Greece–Bulgaria) fra Grecia e Bulgaria. Si legge nella nota della società. Rialzi a due cifre per Safilo, sulla scia di un buy assegnato da BofA Merrill Lynch in vista dell’ingresso del socio olandese Hal