PIAZZA AFFARI AL DI QUA E AL DI LA’ DELLO ZERO

15 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari si appiattisce e si spalma con i suoi indici al di qua e al di là dello zero: così si presenta la borsa italiana a metà di una seduta che non ha altri spunti se non l’attesa per la decisione di questa sera della Federal Reserve. La situazione invece è migliorata nel resto d’Europa. (Vedi anche Borse Ue positive in attesa Fed, brilla Londra).

Alle 20:15 ora italiana sarà infatti reso noto se le autorità monetarie americane avranno o no abbassato i tassi di interesse USA e, nel caso, di quanto: dello 0,50%, come spera il mercato, o dello 0,25%, come molti cominciano a temere?

In ogni caso gli analisti sono concordi nel ritenere che questo, se ci sarà, sarà l’ultimo ritocco al ribasso dei tassi per molto tempo a venire, dopo una serie di riduzioni decise per accompagnare la fine della bolla speculativa e per sostenere la crescita dell’economia.

Il Mibtel lascia lo 0,34%, il Mib30 lo 0,40%, mentre il Midex sale marginalmente dello 0,03% e il Numtel dello 0,45%.

Uno dei titoli che sta maggiormente animando gli scambi è Mediaset (-3,44% a €11,75). Sul titolo, secondo l’analista di una primaria Sim, pesano la fine dell’effetto-elezioni e i timori per l’aumento dei costi.
(Vedi Piazza Affari: editoria, Mondadori unico rialzo)

Impregilo, titolo che ieri aveva goduto con un forte rialzo dell’effetto-elezioni sulle attese di un risvegliarsi delle grandi opere infrastrutturali, oggi è cedente lo 0,37% a €0,67. Secondo alcuni analisti vale la pena uscire dal titolo e investire in altri, sempre nel settore delle costruzioni.
(Vedi Piazza Affari: cosa aspettarsi oggi)

In ribasso anche Seat Pagine Gialle (-1,28% a €1,23) specialmente dopo la riduzione del target price da parte di Ubm.
(Vedi Piazza Affari: upgrading e downgrading e Piazza Affari: editoria, Mondadori unico rialzo)

Tra gli editoriali, rimbalza L’Espresso, che passa in positivo a +1,05% a €5,41 dopo le forti perdite delle ultime sedute, in gran recupero anche rispetto alla prima parte della seduta odierna.

Un forte rialzo viene messo a segno, sul fronte bancario e del risparmio gestito in particolare, da Bipop Carire (+3,06% a €5,25), sulla scia dei risultati trimestrali presentati oggi e del giudizio degli analisti.
(Vedi Bipop Carire: per gli analisti è hold)

I titoli telefonici hanno un bilancio tutto sommato positivo. Sorprende per certi versi Olivetti (+0,81% a €2,36), che cresce nonostante si sia aggravata la situazione sul fronte dei costi. Al contrario, il buon andamento di TIM (+0,86% a €7,63) è in linea con i risultati trimestrali.
(Vedi Piazza Affari: telefonici, Olivetti cresce)

Sul Nuovo Mercato, guadagna Tiscali (+1,79% a €14,93) sulla scia dei risultati trimestrali e dei rumor che riguardano nuove possibili operazioni.
(Vedi Utili: Tiscali riduce le perdite nel 1° trimestre e sezione RUMORS

che si trova sul menu in cima alla pagina).