Società

PIAZZA AFFARI AFFOSSATA DA ASSICURATIVI E TECH

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

A metà seduta la situazione per Piazza Affari non è mutata rispetto a un’ora fa: il listino non si è infatti risollevato dopo essere peggiorato rispetto all’ apertura.

Gli investitori, in Italia come in Europa, non stanno trovando buoni motivi per non vendere.

Da una parte c’è Wall Street che ieri ha chiuso negativa e oggi invia segnali pessimisti attraverso i future sugli indici USA, nonostante all’inizio della mattinata avessero lasciato sperare.

Dall’altra ci sono i dati sul prodotto interno lordo in Germania, che hanno depresso i mercati, e quelli sul costo del lavoro nella zona euro, che sono aumentati nel terzo trimestre del 2001.

Il Mibtel segna -0,83%.

Il Mib30 -0,78%.

Il Midex -1,30%.

Il Numtel -2,56%.

I riflettori oggi sono puntati sui titoli finanziari e sugli assicurativi in particolare.

Generali sta avendo una giornata molto pesante dopo i conti del 2001.

Sul gruppo triestino hanno pesato numerosi fattori: dalle conseguenze dell’attacco alle torri gemelle, a quello del disastro aereo di Linate, fino all’Argentina, dove Generali è presente tramite Caja de Ahorro y Seguro.

Un’ulteriore zavorra viene dal calo della raccolta.

In ribasso anche Alleanza.

Il settore non è sostenuto dai bancari, cedenti con solo due eccezioni: Banca di Roma che riprende a crescere dopo i cali degli ultimi giorni, e Banca IntesaBci.

Va giù tra le altre banche anche BNL. Credit Suisse
First Boston, pur rivedendo le stime sul bilancio 2001, hanno confermato il rating “Buy”, cioè comprare, sul titolo, indicando un target price di
€3.

Sul Mib30 perdono quota: ENI, che soffre per la riduzione del prezzo del greggio, e non trae beneficio dalle lodi intessute dalla stampa internazionale nei confronti della controllata Agip;

Finmeccanica, che oggi riunisce il consiglio di amministrazione. Il mercato attende novità sulle poltrone. Da settimane gira la voce che il numero uno Alberto Lina, lascerà;

Fiat, che dopo un inizio promettente è ripiombata giù.

In calo tutti i titoli telefonici, fatta eccezione per Telecom Italia della quale tuttavia si può realisticamente dire che galleggia.

Nell’universo di Marco Tronchetti Provera brilla invece Seat Pagine Gialle, molto ben comprata.

Sul Midex, Snia prova a resistere, ma ormai il suo prezzo è allineato a quello dell’opa di Bios.

Sul Nuovo Mercato cresce Onbanca.

Cede pesantemente Tiscali, che si trova in questo momento al di sotto del livello di €8,25-€8,40 individuato dal mercato come un supporto importante per non deteriorare ulteriormente l’impostazione ribassista del titolo.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.