PIAZZA AFFARI: ABN AMRO RIDUCE RATING DEI MEDIA

12 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Seduta tutta in salita per il comparto dei media che cede sotto i colpi della banca olandese Abn Amro che ha ridotto dal 7,6% al 6,1% le sue previsioni di crescita 2001 per il mercato italiano della pubblicità.

“L’Italia, che sinora era stato l’unico mercato a mostrare ancora una buona crescita, sembra alla fine soccombere al debole contesto pubblicitario”, si legge nella nota della banca d’affari.

Su tutti pesa il dato di aprile, quando la raccolta pubblicitaria ha registrato una crescita di appena l’1,7% contro il 6% del primo trimestre.

A Piazza Affari, il titolo che ne risente di più è L’espresso (-1,83% a €4,820), seguito da Mediaset (-1,53% a €10,890), Class Editori (-1,46% a €8,640) e Mondadori (-0,42% a €9,9).

Unico titolo del comparto in rialzo è Seat Pagine Gialle che guadagna lo 0,25% a €1,181. “Sono tutte ricoperture – commenta a Wall Street Italia un operatore di una Sim italiana – con i fondi che ereano completamente scoperti e stanno ora rientrando sul titolo”. A questi si aggiungono poi le attività degli aribraggisti.

(SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Piazza Affari: L’Espresso non ha visto il fondo e anche Piazza Affari: Upgradings e downgradings/2)