Piaggio approva progetto Vespa in India

4 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Cda di Piaggio, riunitosi ieri a Milano sotto la presidenza di Roberto Colaninno, ha approvato le linee strategiche e il progetto industriale di una nuova iniziativa che il Gruppo Piaggio realizzerà in India, con l’obiettivo di produrre e commercializzare veicoli a due ruote, a partire dal modello Vespa LX 125 ideato e sviluppato per il mercato indiano. Il mercato indiano delle due ruote – il secondo al mondo per dimensioni – ha registrato tra il 2004 e il 2009 una crescita media annua del 7%, attestandosi lo scorso anno a 8,4 milioni di unità vendute. In tale ambito il segmento scooter rappresenta il 15% del mercato, con vendite pari a 1,3 milioni di unità nel 2009 ed una crescita stimata in oltre il 13% medio annuo. Il progetto approvato ieri dal Cda prevede la costruzione in India di un nuovo stabilimento con capacità produttiva di 150.000 unità l’anno e il lancio entro il 2012 della Vespa, nella versione LX 125. Per la realizzazione del Progetto, si legge nella nota, sarà richiesto un investimento complessivo di 30 milioni di euro negli esercizi 2010 e 2011, con l’obiettivo di raggiungere nel 2015 – esercizio in cui è previsto il pay-back dell’investimento – un fatturato nell’ordine dei 70 milioni di euro, corrispondenti a circa 110.000 scooter venduti. Tale investimento rientra nei programmi definiti dal Piano Triennale approvato dal Consiglio di Amministrazione del Gruppo il 2 luglio 2009. La nuova iniziativa industriale del Gruppo Piaggio in India potrà avvalersi della presenza industriale e commerciale sviluppata dal Gruppo, attraverso la propria controllata Piaggio Vehicles Private Ltd che in virtù di una straordinaria progressione – da 35.000 veicoli prodotti e venduti nel 2003 agli oltre 182.000 del 2009 – ha reso Piaggio leader nel trasporto commerciale leggero a tre ruote sul mercato indiano. Nel proprio stabilimento di Baramati, Piaggio Vehicles Private Ltd sta inoltre ultimando l’industrializzazione dei nuovi motori Diesel e turbodiesel da 1 e 1,2 litri, che equipaggeranno i nuovi veicoli commerciali Piaggio destinati al mercato europeo e a quello asiatico.