PHISHING, NUOVO ALLARME PER QUATTRO BANCHE

5 Aprile 2006, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo articolo esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) – Nuovo allarme phishing in Rete. Ad essere presi di mira in queste ore sono i clienti di quattro banche italiane: Credem, Banca Carige, Credito Valtellinese e Ras Bank. La trappola è sempre la stessa: si riceve una email che indirizza su una falsa pagina della banca e si viene invitati a fornire i dati personali che vengono così catturati dall’hacker. Il tutto senza che il cliente se ne accorga.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Infatti una volta inseriti i codici ormai non più segreti sul sito finto si viene dirottati su quello vero, così che sia difficile accorgersi del furto. L’allarme è stato lanciato dai Security Labs di Websense, società che fornisce software per la sicurezza di Internet e che, attraverso i suoi laboratori, monitora costantemente le nuove minacce della Rete. Il phishing viene considerato un fenomeno di «ingegneria sociale» perché sfrutta l’ignoranza e a volte anche la buona fede della gente (quando invita per esempio a fare donazioni per cause nobili) .
Ras Bank tuttavia rassicura: «Finora non abbiamo ricevuto alcuna segnalazione da parte dei nostri clienti».

Copyright © Corriere della Sera per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved