Pfizer licenzia il 25% dei dipendenti in Ungheria

9 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

La casa farmaceutica statunitense Pfizer intende licenziare il 25 per cento della sua forza lavoro in Ungheria a metà anno. La decisione è stata presa dopo che sono cambiate le regole per la vendita dei farmaci. Il governo ha infatti introdotto una tariffa di registrazione di 5 milioni di fiorini (20.400 euro) per ogni agente di vendita.