Petrolio si conferma in caduta

13 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Continuano a cadere le quotazioni del greggio, minate dalle incertezze che permeano gli scambi sulle piazze finanziarie mondiali e dai timori di un indebolimento della ripresa. Nei giorni scorsi non sono arrivate buone nuove dai bollettini mensili dell’OPEC e dell’Agenzia Internazionale dell’Energia, quest’ultima avendo rivisto al ribasso le stime sulla domanda del 2010. Inoltre, le statistiche settimanali sulle scorte sono apparse nuovamente contrastanti. Questa mattina, il contratto di giugno sul light crude è caduto al di sotto dei 75 dollari, attestandosi a 74,95 USD/B, con un ribasso dello 0,9% rispetto alla vigilia.