PETROLIO: “PUO’ ARRIVARE A $35-$40 AL BARILE”

9 Settembre 2002, di Redazione Wall Street Italia

A New York, il prezzo del petrolio è volato ai massimi delle ultime tre settimane dopo che il vicepresidente americano Dick Cheney ha detto che non si possono ignorare ancora a lungo i tentativi di Saddam di costruire armi nucleari.

Il future di ottobre sul Light Crude ha chiuso la seduta di venerdì a $29,61 al barile, +2%, dopo aver raggiunto un massimo a $30,19 al barile.

A Londra il future di novembre sul Brent (il petrolio di riferimento per due paesi su tre) è in rialzo dell’1,02% a $28,67 al barile.

Secondo David Thurtell, analista di settore presso Commonwealth Bank of Australia, quando l’attacco comincerà, è ipotizzabile che il prezzo del greggio si porti tra i $35 e i $40 al barile.