Mercati

Petrolio: oleodotto Btc, giovedì l’inaugurazione

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

L’inaugurazione ufficiale dell’oleodotto Baku-Tblisi-Ceyhan, che convoglia il petrolio del Mar Caspio alla Turchia mediterranea, avrà luogo giovedì prossimo. Vi prenderanno parte, oltre alle massime autorità di Turchia, Azerbaigian e Georgia, rappresentanti di altri sedici Paesi, tra cui l’Italia. Lo riferiscono fonti diplomatiche europee. L’oleodotto, chiamato anche ”Btc”, già comincia a funzionare: il 28 maggio scorso il primo greggio giunge nella cittadina costiera meridionale turca di Ceyhan ed è immagazzinato nei serbatoi dell’impianto. Già nei giorni scorsi viene travasato sulla petroliera britannica Hawtharne che è ancorata da qualche giorno nella rada di Ceyhan. Ceyhan è l’ultima tappa di un percorso dell’oleodotto di 1.768 chilometri, 1.076 dei quali in territorio turco. L’oleodotto è concepito per trasferire il greggio del Caspio verso i mercati mondiali, europei in particolare, senza passare per il territorio russo ed evitando di appesantire il già affollato traffico di petroliere attraverso lo stretto del Bosforo, che passa lungo le rive della metropoli turca di Istanbul, creando apprensioni per l’eventualità di possibili incidenti e conseguenti inquinamenti delle acque. Il Kazakhstan già decide di convogliare parte del suo petrolio nell’oleodotto Btc. La stessa cosa sono invitati a fare altri Paesi dell’Asia centrale e la stessa Russia. Parallelamente all’oleodotto, è in costruzione anche un gasdotto che seguirà lo stesso percorso e che dovrebbe essere completato entro la fine dell’anno.