PETROLIO: NEGLI USA INDAGINE SULLA MANIPOLAZIONE DEI PREZZI

30 Maggio 2008, di Redazione Wall Street Italia

L’agenzia di regolamentazione dei mercati delle materie prime americana (Cftc) ha avviato un’inchiesta lo scorso dicembre su un’eventuale manipolazione dei prezzi del petrolio sul mercato statunitense. Lo ha annunciato la stessa agenzia in una nota, sottolineando che “la vasta indagine nazionale verte sulle pratiche riguardanti l’acquisizione, gli approvvigionamenti e la vendita di petrolio”. L’obiettivo è quello di determinare se ci siano state o meno eventuali manipolazioni dei prezzi sui mercati dell’energia. La Cftc ha deciso di rendere pubblica l’indagine “perché le condizioni di mercato sono senza precedenti”.


Nei giorni scorsi il prezzo del petrolio ha superato il tetto dei 135 dollari al barile (guarda i prezzi del greggio in tempo reale) e gli Stati Uniti stanno sperimentando il caro-carburanti, con la benzina che per la prima volta ha superato i 4 dollari al gallone. Il Nymex, la prima borsa american dell’energia, nel riaffermare il proprio impegno di lunga data per “assicurare l’integrità dei mercati”, si è detta pronta ad “aiutare la Cftc”.

parla di questo articolo nel Forum di WSI