PETROLIO IN RIALZO A NY SU PREOCCUPAZIONI OPEC

2 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il petrolio apre in forte rialzo a New York dopo che fonti vicine all’OPEC, l’organizzazione dei Paesi esportatori, hanno annunciato una riduzione della produzione di greggio in gennaio.

L’OPEC, i cui membri estraggono circa il 40% del petrolio utilizzato su scala mondiale, sono infatti decisi a combattere il forte ribasso dei prezzi, calati lo scorso mese di oltre un quarto rispetto al mese precedente.

“Dipende tutto da quanto petrolio verra’ prodotto in piu’ nel mese di gennaio – ha detto Steve Turner, analista di settore presso il gruppo Commerzbank – e da quando avra’ inizio la mavovra”.

Mentre all’International Petroleum Exchange di Londra il prezzo del greggio ha raggiunto in giornata un rialzo del 4,3%, al Merchantile Exchange di New York il contratto future sul petrolio con scadenza febbraio ha aperto questa mattina a $27,10 al barile, in rialzo del 1,12% rispetto alla chiusura di venerdi’.

La situazione negli Stati Uniti – dicono gli esperti – appare piuttosto difficile, soprattutto nel nord est del Paese dove una morsa di ghiaccio ha avvolto le principali citta’. Venerdi’ la situazione di emergenza causata dall’avvicinarsi della tormenta sulla costa orientale aveva portato il greggio in rialzo del 3,68%.