Petrolio in calo dopo aumento scorte maggiore del previsto

5 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’aumento superiore delle attese delle scorte settimanali di greggio negli Stati Uniti mette sotto pressione il prezzo del petrolio. Il contratto di giugno sul light crude scambia a 81,27 dollari al barile, in ribasso dell’1,78% rispetto alla chiusura di ieri, dopo aver toccato un minimo intraday di 79,15 dollari. Secondo l’EIA le scorte di petrolio nella settimana al 30 aprile 2010 sono aumentate di 2,8 mln a 360,6 mbg, mentre le attese erano per un incremento di circa 1,5 mln di barili. In rialzo oltre le attese anche le scorte di benzine (+1,2 mln a 224,9 mbg). A mettere sotto pressione l’oro nero anche l’apprezzamento del dollaro.