PETROLIO ALLE STELLE DOPO DECISIONE IRAQ

4 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

L’annuncio dell’Iraq di bloccare l’esportazione di greggio ha fatto sentire i suoi effetti nelle contrattazioni di questo primo giorno della settimana.

Il paese che immette sul mercato piu’ di due milioni di barili al giorno intende cosi’ protestare contro la decisione delle Nazioni Unite di prorogare solamente di un mese, anziche’ di sei, il programma ‘oil for food’.

E’ ora da vedere quale sara’ la decisione dell’Opec, l’organizzazione dei paese esportatori di petrolio, a margine del blocco iracheno.

L’organizzazione si riunira’ martedi’ a Vienna per decidere se aumentare la produzione di greggio in modo da non far lievitare eccessivamente i prezzi del petrolio.

A conferma dei timori, oggi il future sul crude oil ha chiuso a $28,1 al barile con un incremento del 0.610% rispetto alla chiusura di venerdi’.