PETROLIO: A NY SOPRA QUOTA 49 DOLLARI

19 Marzo 2009, di Redazione Wall Street Italia

LONDRA (Reuters) – Il greggio balza oltre i 49 dollari al barile dopo che la decisione della Federal Reserve di comprare titoli governativi su larga scala ha penalizzato il dollaro e ha alimentato le speranze di un’imminente ripresa dell’economia Usa. Ieri la Fed ha annunciato che inietterà altri 1.000 miliardi di dollari nell’economia statunitense comprando titoli di stato a lungo termine per la prima volta dagli anni ’60 e ampliando i suoi acquisti di bond legati ai mutui.

Sopravvivere non e’ sufficiente: ci sono sempre grandi opportunita’ di guadagno. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul
link INSIDER

“E’ la combinazione di un calo del dollaro e della mossa della Fed che ha spinto al rialzo i prezzi del petrolio”, commenta David Moore, commodity strategist della Commonwealth Bank of Australia. “Ma sospetto che sia soprattutto la speranza che gli incentivi Usa contribuiscano a far svoltare l’economia, o almeno stabilizzarla”. Intorno alle 10,50 il contratto sul greggio Usa scadenza aprile sale di 1,42 dollari a 49,56 dollari al barile. Il derivato sul Brent per consegna a maggio guadagna 1,36 dollari a 49,02.