Perché è utile dare la propria carta di credito al figlio adolescente

5 Settembre 2019, di Alessandra Caparello

Dare una carta di credito in mano ad un adolescente può sembrare  un’idea quanto mai azzardata e  rischiosa ma per alcuni esperti finanziari può essere un primo utile passo nell’ottica dell’educazione finanziaria. Certo vanno prese le giuste accortezze. Come scrive il New York Times, se state pensando di dare a vostro figlio una carta di credito, gli esperti finanziari raccomandano di adottare un approccio graduale alla gestione del denaro.

Iniziate con un conto di risparmio, poi aggiungete un conto corrente con una carta di debito o una prepagata.  In commercio vi sono nuove carte di debito che permettono ai genitori di trasferire denaro contante, fissare limiti di spesa e monitorare l’uso della carta con le app direttamente da smartphone. Sotto i 18 anni, non si possono chiedere carte di credito a proprio nome, ma si può usare quelle dei genitori  prendendo in prestito la carta oppure  facendo aggiungere il proprio nome ufficialmente come utenti “autorizzati”, con le proprie carte. Un rapporto della  Junior Achievement USA, gruppo no-profit che promuove l’alfabetizzazione finanziaria e l’imprenditorialità tra i giovani, realizzato su 1.000 adolescenti americani, ha rivelato che circa un quarto ha usato la carta di credito di un genitore per comprare qualcosa online. Due terzi hanno detto di avere un conto corrente bancari, e un po’ meno di un terzo degli intervistati ha dichiarato di avere anche una carta di credito.

L’uso della carta di credito per i giovani adolescenti deve essere strettamente monitorata dal genitore che deve stabilire le regole per l’uso indicando per cosa può essere utilizzata e quanto può essere addebitato. I genitori devono discutere della gestione della carta con il figlio adolescente, spiegando ad esempio come pagare una fattura in tempo per evitare l’addebito degli interessi. Gli anni dell’adolescenza, sottolineano gli esperti, sono “il momento perfetto” per insegnare un comportamento responsabile in materia di credito. I genitori dovrebbero considerare di dare una carta di credito in mano al figlio adolescente solo dopo essersi posti queste domande.

Come posso sapere se mio figlio adolescente è pronto per usare una carta di credito?

Se vostro figlio appare incuriosito quando usate una carta di credito, è un buon momento per iniziare una conversazione, ha indicato Paul Golden, direttore della divisione Media Relations del National Endowment for Financial Education. Secondo Sara Rathner, esperta di carte di credito del sito web finanziario NerdWallet, i genitori dovrebbero considerare come si sono comportati i propri figli adolescenti quando hanno ricevuto contanti. Possono tenerne traccia? Hanno speso tutto in una volta sola? Sprecare soldi o fare acquisti impulsivi sono comportamenti che indicano che forse sia il caso di aspettare un po’.

Posso fissare un limite di spesa più basso per la carta di credito che vorrei dare a mio figlio adolescente?

La risposta a questa domanda è affermativa visto che ci sono alcune banche che consentono di fissare limiti bassi per le carte emesse a utenti autorizzati. In questo modo, non si esporrà l’intera bidget a disposizione sulla carta. Il consiglio è di verificare con la propria banca.