Perche’ Apple non gestisce l’Europa?

21 Marzo 2012, di Redazione Wall Street Italia
Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Press Europ – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Praga – Vedreste bene Tim Cook (o avreste visto bene Steve Jobs) come capo del vostro stato? La provocazione suggestiva viene da un qotidiano economico della Repubblica Ceca: “se i governi fossero come Apple”, titola Hospodárské Noviny, vivremo in un’economia del profitto anziche’ del debito.

L’editoriale e’ uscito dopo che l’azienda statunitense ha annunciato che verserà dividendi ai suoi azionari per la prima volta in 17 anni. Il quotidiano di Praga ricorda che “Apple ha accumulato circa 98 miliardi di liquidi ed è diventata una mosca bianca, e non soltanto nel mercato azionario”.

Finora gli azionisti non ricevevano benefici tranne che nel caso di una vendita azionaria. Grazie a questa strategia la società è diventata la più grande compagnia mondiale secondo la capitalizzazione in borsa. “Purtroppo i ‘manager’ di numerosi paesi sviluppati non hanno adottato una politica simile”, si rammarica Hospodárské noviny ricordando le spese scriteriate dei governi europei.

“Evidentemente – si legge nell’editoriale – si sono lasciati trasportare dall’economia del debito, che in un certo senso è più attraente di quella del profitto. È più facile versare sussidi e guardare come se la cava il governo successivo”.

“È come essere in cura per il diabete e chiedersi come perdere peso davanti a un piatto pieno. […] Apple ha spartito appena un decimo del denaro accumulato. Quale governo può vantare cifre simili?”

Copyright © Press Europ. All rights reserved