Per vivere meglio investite nelle esperienze non nei soldi

13 Marzo 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – In una società che idolatra la ricerca della felicità, la realizzazione di una vita la cui meta finale è quella di trovare gioia attraverso beni materiali, il tutto risulta essere come un viaggio senza fine.
Ma la chiave per la felicità non sta nello spendere il nostro tempo e denaro acquistando beni., la chiave della felicità sta nello spendere il nostro tempo e denaro vivendo la vita.

Viviamo in una società dove i beni materiali sembrano più preziosi perché li possiamo sentire, tenere e toccare. Soprattutto perché sono collegati ad un prezzo, che gli pone così un valore sul mercato.
Non c’è quindi un modo di calcolare il valore di una domenica pomeriggio con i nostri amici più cari. Né possiamo “vendere” l’esperienza del primo incontro con il nostro partner. Ed è la stessa ragione per cui non possiamo mettere un prezzo ad un essere umano.

In altre parole, le esperienza vengono da lezioni di vita, le cose materiali invece da nient’altro che i soldi.

Ecco allora come The Next Web prova a dare tre consigli su come godersi le proprie esperienze:

1) Cambiare le proprie priorità in termini di spese. Se si vuole vivere una vita di esperienze, abbiamo bisogno di dare priorità alle nostre finanze. Piccoli risparmi qua e la ci possono far recuperare quelle poche monetine che potrebbero portarci ad esperienze in grado di cambiare la vostra vita.

2) Dire di sì più spesso. Le migliori esperienze arrivano sempre da momenti inaspettati. Farsi continuamente domande del tipi “ma se lo facevo? Ma se andavo?” è sbagliato. La cosa migliore è iniziare a dire di sì, essere sempre presenti, quando ne abbiamo la possibilità. Il futuro sarà sempre incerto, quello é sicuro, ma possiamo almeno modellarlo pensando di meno e agendo di più.

3) Iniziate con piccole (ed economiche) avventure. Bisogna cambiare la propria routine giornaliera, intraprendere nuovi percorsi, iniziando dalle piccole cose, come può essere ad esempio anche il cambiare strada per andare al lavoro la mattina.
Le migliori esperienze non costano molti soldi, spesso sono alla porta accanto, dobbiamo solo bussare a quella giusta.

Purtroppo l’unica certezza nella vita è che un giorno tutti moriremo e allora alla fine dei nostri giorni ci faremo le seguenti domande: Ho vissuto bene? Ho qualche pentimento? Ho fatto tutte le esperienze che volevo fare?
Perché alla fine della giostra sono l’esperienze fatte che vincono su qualunque altra cosa, ogni singola volta. Sempre.