PER TELEFONINI E PC IL 2009 SARA’ L’ANNUS ORRIBILIS

3 Marzo 2009, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

– Per telefonini e personal computer il 2009 sarà l’annus orribilis. Come per i cellulari le stime degli analisti sono assai negative per l’anno appena iniziato e i dati rilasciati ieri da Gartner lo testimoniano chiaramente: le vendite a livello mondiale scenderanno quest’anno a 257 milioni di unità, con una flessione dell’11,9% rispetto al 2008.

Il dato, se si avverasse, sarebbe il peggiore nella storia di questo settore (nel 2001 il bilancio negativo fu del 3,2%) e a far preoccupare i produttori è il generalizzato previsto calo della domanda. Tanto i mercati emergenti (in calo del 10,4%) quanto quelli cosiddetti maturi (del 13%) subiranno una brusca frenata e solo i mini-notebook (i netbook quindi) registreranno significativi incrementi, passando dagli 11,7 milioni di pezzi del 2008 ai 21 milioni stimati per tutto il 2009. La crisi globale si farà insomma parecchio sentire costringendo gli utenti, a detta degli analisti, ad allungare la vita dei propri computer. Se i portatili nel loro insieme continueranno a correre a discreti ritmi, con una crescita del 9% (che scende al 2,7% se si escludono i netbook) a 155,6 milioni di unità complessive, a pagare dazio saranno soprattutto i pc da tavolo, che subiranno una contrazione del 31,9% per arrivare poco sopra quota 101 milioni di unità.

Magazzini da sfoltire, nuovi acquisti che non riescono a bilanciare la frenata di quelli orientati alla sostituzione del vecchio apparecchio (nei mercati maturi questa voce raggiungerà comunque l’80% delle vendite), margini che continuano ad assottigliarsi: la faccia della crisi è anche questa. E coinvolge un ecosistema in cui operano centinaia di migliaia di addetti. Secondo gli analisti dalla seconda metà del 2009 inizierà un’inversione di tendenza che partirà dal canale ma la sensazione di molti è che nei prossimi sei mesi la selezione (fra vendor e rivenditori) sarà sostanziale.

Copyright © Il Sole 24 Ore. Riproduzione vietata. All rights reserved

parla di questo articolo nel Forum di WSI