Per la prima volta una donna al timone di Ibm: Virginia Rometty

26 Ottobre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Per la prima volta nella sua storia, il gigante dell’informatica Ibm ha nominato una donna, Virginia Rometty, alla guida dell’azienda. Rometty, 54 anni, succede a Samuel Palmisano, che l’aveva indicata come sua erede “ideale”, in un momento di grande espansione del gruppo, che ha appena festeggiato il suo primo secolo di vita.

Entrata in Ibm (International Business Machines) nel 1981 con la qualifica di analista di sistema, “Ginni” Rometty, ha rapidamente salito la scala dell’azienda e era attualmente responsabile del settore vendite, strategia e marketing. Assumerà le sue funzioni il primo gennaio 2012.

Il gruppo di Armonk nel 2010 ha superato i $99 miliardi di fatturato.