Per la prima volta telecamere nella Situation Room della Casa Bianca

3 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – A un anno di distanza Barack Obama lo ritiene il giorno piu’ importante della sua presenza. Chiuso in un angolo, con lo sguardo rivolto fuori dalla finestra, il numero uno del paese piu’ potente al mondo si trovava davanti al non facile compito di prendere da solo una decisione rischiosa, che avrebbe finito per rinsaldare la sicurezza della sua nazione e avrebbe segnato per sempre il suo mandato.

In un’intervista concessa alla trasmissione “Rock Center With Brian Williams” l’inquilino della Casa Bianca riflette sul momento esatto in cui ha scelto di dare il via libera all’operazione del gruppo speciale di marine che ha portato all’uccisione di Osama bin Laden nel covo dove era rinchiuso ad Abbottabad, in Pakistan. Per la prima volta le telecamere della troupe dell’emittente Msnbc hanno avuto accesso alla Situation Room.

Sia il presidente Bill Clinton sia George W. Bush avevano tentato invano di catturare o uccidere il mandante degli attacchi delle Torri Gemelle, ma non riuscirono a portare a compimento la missione.

Quel che importa e’ che l’obiettivo dell’amministrazione Obama era quello, fin dall’inizio del mandato a gennaio 2009, di mettere le mani sul leader della cellula terroristica di Al Qaeda.

Visit msnbc.com for breaking news, world news, and news about the economy