Pechino invasa dallo smog: chiudono gli aereoporti

8 Ottobre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Solamente poche ore fa sono state riaperte alcune strade e aeroporti a Pechino, chiuse nei giorni scorsi a causa del livello di inquinamento troppo elevato.

Bloomberg riporta come 430 milioni di persone avrebbero dovuto far ritorno a casa oggi dalle vacanze, ma solo alcune sono state in grado di farlo a causa dell’inquinamento che piano piano sta nuovamente scendendo sotto il livello 200 (il confine tra alto livello di smog e medio).

Sono 47 i voli aerei che hanno avuto problemi e diverse strade che collegavano la capitale cinese a Shanghai, Tianjin, Harbin sono state completamente chiuse.

Il Governo cinese ha annunciato che vi saranno dei tagli nel consumo del carbone e del numero delle automobili nelle strade. Ma servirà almeno un decennio per vedere dei miglioramenti.

Nell’immediato invece bisognerà sperare nelle piogge. I meteorologi hanno infatti dichiarato che già questa notte dovrebbe esserci della leggera pioggia, cosa che sicuramente aiuta la diminuzione di inquinamento nell’aria.

I video che riportiamo e che, a primo impatto, sembrerebbero mostrare una semplice giornata di nebbia, in realtà mostrano il livello, quasi agghiacciante, di smog nell’atmosfera delle strade di Pechino: