PD, VELTRONI: POSSIAMO PUNTARE AL 35%

28 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 28 set – “Se facciamo un partito nel quale ogni italiano democratico riformista si senta a casa propria, allora potremmo avere il 30-35 per cento dei voti, e forse anche di più”. Così Walter Veltroni, candidato alla segreteria del Pd, intervenendo a Roma all’incontro con Cittadinanza Democratica, ha prospettato in cifre il possibile bacino elettorale al quale potrebbe attingere il nascente partito. Che dovrà essere “riformista, radicale, innovativo”. Veltroni ha poi posto l’accento sulla necessità che il Pd si fondi sulla forte partecipazione da parte di tutti i soggetti “da un lato come spinta, stimolo, e dall’altro come assunzione di responsabilità”. Il sindaco di Roma ha anche puntato il dito contro gli accenti pessimisti di alcuni esponenti del centrosinistra, “sempre con il magone”, e ha ribaltato la prospettiva in positivo, ricordando come adesso stia “succedendo una cosa che non si è mai vista nella politica italiana”.