PD, BERSANI ANNUNCIA: NON MI CANDIDO

9 Luglio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 9 lug – “Carissima, carissimo, insieme con molti altri, che ricevono questa lettera, mi hai invitato a candidarmi alla segreteria del Partito Democratico. Dopo aver riflettuto a fondo voglio dirti che non lo farò”. Inizia così la lettera indirizzata da Pierluigi Bersani a chi in queste settimane lo aveva sostenuto e invitato a presentarsi per correre alla segreteria del Partito democratico. “Per come si sono svolte le cose – spiega Bersani – quello che avrebbe potuto essere un arricchimento del nostro percorso rischierebbe oggi di diventare un elemento di disorientamento di una parte importante del mondo a cui ci rivolgiamo. Ho registrato con certezza questa realtà, anche in ragione di una situazione politica che viene percepita come delicata e impegnativa. Capisco bene che si possa essere in disaccordo con tutto questo e tu certamente lo sei”. “Io stesso – prosegue il ministro – ho pensato a come il nostro primo passo avrebbe potuto essere diverso e diversamente innovativo anche per la tradizione politica a cui appartengo. Tuttavia il fatto di non essere candidato non scalfisce in nessun modo la mia voglia di partecipare e di far valere le mie idee sul profilo del partito nuovo e sul messaggio che un partito delle riforme dovrà dare al Paese. Un messaggio nitido e forte che descriva con la concretezza delle proposte la missione di una forza politica popolare e federale e i valori di una sinistra aperta e rinnovata. Appoggerò dunque con le mie convinzioni la candidatura di Walter Veltroni che ho sempre ritenuto un possibile e autorevole punto di sintesi delle forze che dovremo raccogliere il 14 ottobre e che è già stato in grado di suscitare un importante risveglio di fiducia. Spero di incontrarti nelle iniziative a cui parteciperò nelle prossime settimane in diversi luoghi del paese. Ti chiedo di metterti in campo come farò anche io con l’entusiasmo e l’impegno che merita questa nuova e grande avventura”.