PC: CRESCITA DIMEZZATA NEL 2000

19 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Uno studio della societa’ di ricerca Gartner Dataquest conferma che il mercato dei computer ha registrato l’anno scorso una battuta d’arresto.

Le vendite di PC negli Stati Uniti sono infatti salite nel 2000 solo del 10,3% – ammontando a 49,4 milioni di unita’ – meno della meta’ della crescita del 21,7% registrata nel 1999.

A livello mondiale le vendite sono andate leggermente meglio – in aumento del 14,5% a 134,8 milioni – aiutate dalla forte richiesta dei Paesi asiatici e dell’America Latina, ma si sono confermate comunque in calo rispetto alla crescita del 23,3% del 1999 e del 16% del 1998.

Il rallentamento maggiore si e’ verificato nel quarto trimestre con la decelerazione dell’economia: la crescita mondiale si e’ infatti fermata al 10% e solo le vendite di Dell Computer (DELL) e Hewlett-Packard (HWP) hanno superato questo tasso, grazie ad una politica di taglio dei prezzi.

Le vendite totali di Dell – leader in America con oltre il 20% del mercato – hanno raggiunto nel 2000 i 14,5 milioni di unita’, pari al 27% in piu’ rispetto al 1999, facendo conquistare alla societa’ il 10,8% del mercato mondiale.

Compaq Computer (CPQ), che detiene il 12,8% del mercato mondiale dei PC, ha registrato invece un aumento di solo l’8% rispetto all’anno precedente, vendendo 17,2 milioni di computer.

Al terzo posto nella classifica mondiale si posiziona Hewlett-Packard con il 7,6% del mercato, seguita da International Business Machines (IBM) con il 6,8% e da Nec Corp. (NIPNY) con il 4,3%.

Sebbene Apple Computers (AAPL) non figuri nella classifica dei maggiori produttori di computer, ha avuto un ruolo fondamentale, secondo il rapporto di Gartner Dataquest, nel declino del settore. Le vendite del quarto trimestre sono infatti scese del 50% negli Stati Uniti e del 40% a livello mondiale, trascinando il tasso di crescita dell’intera industria in ribasso di quasi 2 punti prcentuali.