PC: APPLE IN RIALZO NONOSTANTE UTILI DELUDENTI

18 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Apple Computer Inc. (AAPL – Nasdaq), il produttore di personal computer iMac e PowerMac, e’ in rialzo nelle contrattazioni di preborsa nonostante nella tarda serata di ieri abbia pubblicato dati di bilancio deludenti rispetto alle aspettative.

La societa’ di Cupertino ha infatti chiuso l’ultimo trimestre dell’anno con una perdita operativa pari a 73 centesimi per azione, ben al di sotto dei 65 centesimi attesi dagli analisti di Wall Street. Le perdite non includono – si legge nel rapporto di Apple – i guadagni derivanti dagli investimenti e alcune modifiche contabili.

Il fatturato e’ sceso dai $2,3 miliardi dello stesso periodo del 1999 a $1 miliardo, un ribasso pari al 57%.

“La domanda di personal computer e’ estremamente debole, sia da parte dei consumatori che delle piccole aziende – ha detto David Bailey, analista di Gerard Klauer Mattison – E questi sono i settori in cui Apple dovrebbe essere piu’ forte”.

Alcune settimane fa, Apple aveva annunciato di non riuscire a rispettare le attese sugli utili relativi all’ultimo trimestre dell’anno confermando tuttavia una forte posizione di cassa di oltre $4 miliardi e il ritorno alla profittabilita’ entro marzo.

Nel corso della conferenza stampa seguita alla pubblicazione degli utili, Fred Anderson, responsabile finanziario della societa’, ha fatto sapere di attendersi per l’intero anno fiscale 2001 un fatturato di circa $6 miliardi e ha confermato utili positivi per il secondo trimestre, grazie in particolare al taglio delle riserve di magazzino.