PAULSON: GLI HEDGE FUNDS POSSONO ANCHE FALLIRE

16 Ottobre 2008, di Redazione Wall Street Italia

Il ministro del Tesoro Usa Henry Paulson ha detto che il piano per iniettare capitale nelle societa’ finanziarie e’ focalizzato sulle banche sulle casse di risparmio, facendo capire che non ci sono soldi pubblici a disposizione per investitori istituzionali finanziari non regolamentati come gli hedge funds, scrive Bloomberg. Come dire che gli hedge che non hanno capitali propri possono anche finire gambe all’aria.

Gli hedge funds sono nel mirino per la mancanza di regolamentazioni e controlli da parte di Sec e ministero del Tesoro e anche per il peso che hanno avuto nella creazione della bolla finanziaria e nell’attuale fase di de-leveraging. In queste settimane migliaia di hedge funds stanno cercando di smobilizzare i loro assets per far fronte a una valanga di riscatti da parte della clientela.

A Wall Street le 3 del pomeriggio ora di New York (le 21:00 in Italia) e’ diventata ormai abitualmente l’ora degli hedge funds. In quel momento partono migliaia di ordini di vendita (o di acquisto) da parte di questi investitori istituzionali, costretti a smobilizzare titoli azionari per far fronte ai riscatti o in cerca di disperati guadagni sulle violente oscillazioni di questi giorni, col VIX ai massimi storici.


Leggere anche:
HEDGE FUNDS: E’ IL LORO TURNO, VALANGA DI RISCATTI

I dettagli relativi al deflusso di capitali dagli hedge funds e a quel che sta succedendo in Europa, secondo i piu’ recenti dati ufficiali, sono riservati agli abbonati a INSIDER