PARTITO DEMOCRATICO, SONDAGGIO: 23%

11 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 11 apr – Il Corriere della Sera pubblica un sondaggio Ispo secondo il quale se si votasse ora il Partito democratico avrebbe il 23-24 per cento dei consensi. “Il computo – precisa Renato Mannheimer – parte necessariamente dall’ampiezza dell’elettorato attuale delle due principali componenti del Partito democratico: Ds e Margherita. Secondo gran parte delle stime, essi possono contare oggi, nel loro insieme, sul 25-26 per cento dei consensi. Si tratta, come si sa, di una percentuale assai inferiore a quella (31,3 per cento) conseguita in occasione delle elezioni del 2006: è un altro segnale della crescente disaffezione maturata nei confronti del centrosinistra da un anno a questa parte”. Il sondaggio fa emergere anche una scarsa capacità di attrazione del Pd tanto che dichiara di prenderlo in considerazione solo il 2-3 per cento dei votanti non compresi già in Ds e Margherita: “Nell’insieme – aggiunge il direttore dell’Istituto di Studi sulla Pubblica Opinione – ciò porta ad un 23-34 per cento di consensi oggi definibili come sicuri per il Partito democratico. Certo, il bacino potenziale è molto più ampio e giunge al 37 per cento, con dichiarazioni di interesse da parte degli elettori di una molteplicità di forze politiche, a destra come a sinistra. Ma per conquistarli occorrerebbe suscitare nuovamente l’entusiasmo e la speranza di rinnovamento che, in questi mesi, sono sembrate man mano offuscarsi”.