PARTITO DEMOCRATICO, IN PIAZZA I DISSIDENTI

18 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 18 apr – Il senatore Roberto Manzione della Margherita e il presidente dei senatori dell’Italia dei valori Nello Formisano, insieme a Mario Adinolfi, leader dei blogger per il Partito democratico di Generazione U, organizzano oggi a Roma gli “Stati Generali verso la Costituente dei cittadini per il Pd”, allo scopo di dare vita ad un “partito nuovo che voglia fare onore all’aggettivo democratico”. Alle 16 è previsto un raduno in piazza Montecitorio in aperta sfida con i vertici di Ds e Margherita che, a loro dire, gestiscono la nascente formazione politica in modo “autoreferenziale”, come un “circolo del golf, per accedere al quale occorre l’invito o il preventivo gradimento”. “Quello che immaginano Ds e Dl – aggiungono – è l’ennesimo partito autoreferenziale che serve alla classe dirigente per ricreare nuovi feudi”. L’appuntamento, che si tiene alla vigilia dei congressi di Ds e Margherita, è stato definito dal presidente dell’assembra federale della Margherita, Willer Bordon, che vi partecipa, “l’embrione di una terza area dell’Ulivo. La vedo aperta a Di Pietro, Boselli, Pannella, a Mussi, Salvi e Angius, ai Verdi, a tutti gli ulivisti tagliati fuori e al popolo delle primarie”. In una recente intervista a Repubblica Bordon ha detto di non sapere se andrà al congresso della Margherita e, per quanto riguarda la possibilità della formazione di un nuovo gruppo ulivista al Senato, si è mostrato cauto: “Valuteremo. Per il momento siamo in sei-sette a Palazzo Madama su queste posizioni. E voglio solo ricordare che Mastella, che ne ha appena la metà, ogni giorno fa ballare il centrosinistra”.