Parte bene shopping natalizio Usa, ma Europa farà meglio

24 Novembre 2017, di Mariangela Tessa

Parte con il piede giusto lo shopping Usa per il periodo natalizio. Ieri, nel giorno del Thanksgiving, ricorrenza che dà il via ufficiale agli acquisti per le festività, i consumatori americani hanno speso circa 1,52 miliardi di dollari in acquisti online, con un aumento del 16,8% rispetto allo stesso giorno dello scorso anno.

I dati sono stati resi noti da Adobe Analytics, che analizza l’80% degli acquisti dei cento maggiori retailers americani. La crescita degli acquisti online si deve in parte ad un migliorato clima economico determinato da un mercato del lavoro più robusto, all’aumento dei prezzi delle case e, non ultimo, ai recenti  record dei mercati azionari.

Anche nei negozi e negli outlet, sono state riportate lunghe code di consumatori a caccia di offerte:

il cambio di marcia rispetto agli ultimi due anni è evidente” ha osservato Craig Johnson, presidente  di Customer Growth Partners

Detto questo gli analisti di Ingenico prevedono che in Unione Europea, anche grazie all’accelerazione della ripresa economica e della fiducia dei consumatori, le vendite faranno meglio di quelle degli Stati Uniti nel giorno del Black Friday.

Intanto, la National Retail Federation, l’associazione di settore dei commercianti,  prevede per il bimestre novembre-dicembre una crescita delle vendite nella forchetta tra il 3,6 e il 4%. Decisamente più alte le stime di crescita per  gli acquisti online, che dovrebbero attestarsi nella forchetta tra l’11 e il 15% a 140 miliardi di dollari.

Ricordiamo, che le vendite del periodo natalizio sono cruciali per i retailers americani, in quanto rappresentano circa il 40% del giro d’affari di tutto l’anno. Dopo gli sconti di venerdì in occasione del Black Friday lunedì scatta il Cyber Monday e poi entra nel vivo lo shopping pre natalizio.