Parmigiano: giù produzione, si consola guardando all’Asia

9 Gennaio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Il Parmigiano Reggiano ringrazia l’Asia. Mentre la domanda interna continua a deludere, spingendo in basso la produzione (a dicembre -1,1%), lo stesso non si può dire delle esportazioni, salite nei primi nove mesi dell’anno del 5% circa.

Un risultato quest’ultimo che si deve soprattutto all’andamento positivo del mercato asiatico che, come sottolineato oggi dal consorzio del Parmigiano Reggiano, promette una crescita esponenziale nel futuro.

In questa direzione una buona notizia è arrivata ieri con il nuovo via libera alle esportazioni di Parmigiano Reggiano e Grana Padano in Corea del Sud, dopo lo stop imposto dalle autorità, che nei primi 11 mesi del 2014 aveva bloccato le spedizioni, con un calo del 21% sul 2013.

Lo ha reso noto il Ministero delle Politiche Agricole, sottolineando che “il Ministry of food & drug security della Corea del Sud ha riconosciuto l’idoneità all’importazione nel Paese asiatico delle DOP Parmigiano Reggiano e Grana Padano. (mt)