Parmalat: nominato il nuovo CdA, Franco Tatò presidente

29 Giugno 2011, di Redazione Wall Street Italia

Milano – Partenza in buon rialzo per le borse Ue grazie alla buona chiusura di Wall Street (Dow Jones +1,21%, S&P500 +1,29%, Nasdaq100 +1,49%) e dell’azionario dell’Asia-Pacifico (il Nikkei balza dell’1,54% sui massimi delle ultime sette settimane, rialzi superiori all’1% anche per Taiwan, Seoul e Sidney). A favorire il buon avvio di seduta è l’ottimismo su un’evoluzione positiva della crisi del debito in Grecia.

Lato corporate, oggi saranno diffusi i conti degli ultimi tre mesi di KB Home che dovrebbe riportare una perdita per azione di USD0,31, mentre per Monsanto le attese parlano di un Eps di USD1,11.

Attesi anche i numeri di Family Dollar Stores, General Mills e Stagecoach, mentre in Italia sono previste le assemblee di Bialetti Industrie, Finarte Casa d’Aste, Monti Ascensori, Antichi Pellettieri e Cape Live.

EVENTI SOCIETARI

ENEL (EUR4,358): ha perfezionato la cessione degli asset bulgari di Maritza al fondo Usa Contour Global. Intanto secondo MF, la controllata spagnola Endesa ritira l’88% delle azioni privilegiate con un buyback da EUR1,3 mld.

FIAT (EUR7,23): secondo il Sole 24 ore, l’AD Sergio Marchionne, in un meeting con gli analisti, ha confermato l’obiettivo di utile di EUR300 mln nel 2011 ed un free cash flow di EUR1 mld l’anno dal 2011 al 2013.

MEDIASET (EUR3,056): gli analisti di Nomura hanno tagliato il target price da EUR3,7 a EUR2,5, il rating è reduce.

PARMALAT (EUR2,59): l’assemblea ha nominato il nuovo CdA che comprende tutti i nove nomi della lista proposta da Lactalis e che avrà come presidente Franco Tatò.

MACRO, CAMBI E COMMODITIES

Sul fronte macro sono in programma negli Usa due aggiornamenti sul settore immobiliare, con l’indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari e l’indice home pending sales, relativo alle vendite di case con contratti in corso, che a maggio dovrebbe segnare un rialzo del 3,8%, rispetto al crollo dell‘11,6% precedente.

In Eurozona attesa la pubblicazione dell’economic sentiment per il mese di giugno: l’indice è atteso in calo a 105 pts dai 105.5 della precedente rilevazione.

Euro poco mosso contro dollaro in attesa della votazione del parlamento ellenico sul pacchetto correttivo.

Anche sul fronte commodities non si segnalano grandi movimenti, con il Wti Usa sulle posizioni della chiusura precedente.

Parte in calo il Bund future a 126.20.

Copyright © UNICREDIT per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da UniCredit Bank AG. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito il disclaimer ufficiale di WSI.