Parmalat, nel 2009 scende utile netto

26 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Parmalat SpA ha comunicato ieri in serata che si è tenuto, con la presidenza del Prof. Raffaele Picella, il Consiglio di Amministrazione della Società che ha approvato il progetto di bilancio al 31 dicembre 2009 ed ha convocato l’Assemblea ordinaria degli Azionisti. Lo si legge in una nota. L’utile di Gruppo è pari a 519,0 milioni di euro, in diminuzione, rispetto ai 673,1 milioni di euro del 2008, di 154,1 milioni di euro. Tale decremento è dovuto prevalentemente ai minori proventi da transazioni raggiunti nel corso dell’esercizio. L’utile netto della Parmalat SpA a 372,8 milioni di euro. Il fatturato netto risulta pari a 3.964,8, in crescita di 54,4 milioni (+1,4%) rispetto ai 3.910,4 milioni del 2008. L’andamento positivo del fatturato netto è dovuto essenzialmente agli aumenti dei listini prezzi operati in alcuni paesi, frutto di una politica commerciale già impostata nell’anno precedente e rivolta al recupero della marginalità. Il margine operativo lordo risulta pari a 367,8 milioni di euro, in crescita di 51,2 milioni (+16,2%) rispetto ai 316,6 milioni del 2008. Il margine operativo lordo è pari a 73,3 milioni di euro, in aumento, rispetto ai 59,7 milioni di euro del 2008, di 13,6 milioni di euro (+22,8%). Tale incremento è dovuto al miglioramento di 15,2 milioni di euro del primo margine (principalmente in conseguenza dei minori costi di approvvigionamento della materia prima latte) parzialmente compensato da maggiori accantonamenti al fondo svalutazione crediti per 1,6 milioni di euro. Il Consiglio di Amministrazione, inoltre, ha approvato il progetto di bilancio da sottoporre all’assemblea degli azionisti che prevede, tra l’altro, il pagamento del dividendo per ognuna delle 1.727.300.338 azioni ordinarie emesse alla data del 24 febbraio 2010. La somma totale dei dividendi per l’esercizio 2009 ammonta a euro 178.647.114 pari a 0,104 euro per azione. Di tale importo è stato versato un acconto pari a euro 69.827.193 pari a 0,041 euro per azione, mentre euro 108.819.921 pari a 0,063 euro per azione verrà versato a saldo. Qualora l’Assemblea degli Azionisti approvi la suddetta proposta di saldo dividendo, il dividendo verrà posto in pagamento il 22 aprile 2010, con data di “stacco” cedola in Borsa il 19 aprile 2009.