PARMACRACK E CIRIO, VERSO UN’UNICA INDAGINE BOND

13 Gennaio 2004, di Redazione Wall Street Italia

Unica indagine sull’emissione di bond Parmalat e Cirio. L’ipotesi circolata in giornata su una convergenza tra le due indagini viene confermata stasera da una fonte vicina al Tribunale di Parma che ha spiegato come tra le diverse indagini “ci sono delle aree di interesse comuni perché quantomeno c’è una convergenza di soggetti tra i casi Giacomelli, Cirio e Parmalat”. I nomi dei revisori, ha sottolineato la fonte riferendosi a Deloitte & Touche e Grant Thronton, sono “sempre gli stessi” e quindi le aree di interesse comune tra le due aziende sono “dal punto di vista del modo in cui è stata trattata l’emissione dei bond”. Gli spunti di interesse comuni nei tre casi “derivano dagli accertamenti fatti in seno al sistema bancario, ma anche da alcune scritture contabili”.

L’ipotesi di una convergenza in un’unica indagine bond si era rafforzata oggi dal fatto che in tribunale, a Parma, è arrivata la visita inaspettata del pm milanese Luigi Orsi, titolare dell’inchiesta sul crac Cirio e sulla vicenda dei bond emessi da Sergio Cragnotti. “Solo uno scambio di informazioni”, hanno detto all’unisono le due pm Antonella Ioffredi e Silvia Cavallari commentando l’incontro, che comunque è durato un paio d’ore e dal quale Orsi è uscito con del materiale interessante per la sua indagine.

A Roma, invece, visita a sopresa del pm Francesco Greco – uno dei magistrati milanesi titolari dell’inchiesta e quello ritenuto tra i più esperti in materia di reati societari – che ha avuto occasione di incontrare il ministro dell’Economia Giulio Tremonti. Se ufficialmente quella di Greco a Roma è stata giustificata come una presenza di routine, sulle vere cause dell’incontro con il ministro non possono non nascere dubbi: Greco si è assentato dalla Procura di Milano proprio in una giornata in cui l’inchiesta Parmalat viveva una fase “calda” con gli interrogatori di ben tre testimoni. Un buon motivo per non essere presente poteva essere solo il poter tracciare a Tremonti un primo quadro di quanto sta via via emergendo da un’inchiesta ormai destinata a imboccare la strada che conduce agli istituti bancari, chiamandoli direttamente in causa. Il filo che legherebbe insomma Parmalat-Cirio-istituti bancari sembrerebbe, alla luce di oggi, farsi più fitto.