Papandreou vuole referendum per uscire dall’euro? Grecia smentisce

20 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Atene – Il governo greco smentisce di voler indire un referendum sulla permanenza del paese nell’euro. Il giornale Kathimerini aveva scritto ieri che il premier George Papandreou stava considerando questa possibilita’.

A chi gli ha chiesto conferma di questa notizia, il vice portavoce del governo, Angelos Tolkas, ha risposto: “No. Non abbiamo discusso niente del genere”.

Secondo quanto riportato nel suo sito internet dal quotidiano di Atene Kathimerini, il Primo ministro della Grecia, George Papandreou, starebbe valutando la possibilità di indire un referendum sulla possibilità del paese di uscire dall’euro.

Le pressione aumentano da tutti fronti: da una parte i creditori, che chiedono misure sempre più forti per contenere il deficit e ridurre il debito, dall’altra i cittadini, che ogni giorno protestano in piazza contro le varie misure di austerità imposte.

Nei prossimi giorni verrà discussa la proposta da presentare in parlamento, secondo quanto riporta nel sito internet il quotidiano di Atene Kathimerini.

Papandreou aveva in precedenza cercato di evitare la possibilità di un referendum, ma secondo una fonte citata dal giornale, la speranza è ora che la mossa garantisca un nuovo mandato per la sua coalizione, per proseguire nel programma di austerità guidato da aiuti internazionali.

Cresce il dibattito sul problema, con vari ministri che richiedono soluzioni più drastiche, altri elezioni anticipate, altri di evitare la possibilità di un referendum.