PAINE WEBBER: INVESTITORI POCO OTTIMISTI

2 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

L’ottimismo degli investitori e’ sceso al livello piu’ basso degli ultimi quattro anni.

L’indice di PaineWebber/Gallup – dopo un sondaggio di 1.000 investitori con un portafoglio di almeno $10.000 – e’ infatti sceso a giugno a 104. L’indice dell’ottimismo degli investitori ha raggiunto i massimi di 184 nel febbraio 1999, sfiorandoli di nuovo a 181 nel gennaio 2000 durante i massimi del Nasdaq Composite.

“Questo mese gli investitori sono preoccupati per la crisi energetica”, ha commentato Tracy Eichler di UBS Paine Webber.

Otto intervistati su dieci considerano la crisi energetica un serio problema poiche’ porta all’aumento dei prezzi.

Solo il 44% di chi ha partecipato al sondaggio rimane ottimista sull’economia, contro il 79% del gennaio dell’anno scorso, ma in generale gli investitori prevedono che il mercato azionario guadagni da solo il 10,7% nei prossimi 12 mesi.
L’anno scorso le aspettative erano del 14,6% mentre nel dicembre 1999 erano al 18,4%.

Il 68% degli intervistati pensa comunque che sia un momento opportuno per tornare ad investire sul mercato.