Pacco sospetto nella villa di Grillo: intervengono carabinieri

28 Febbraio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Da quando l’esito delle urne ha consegnato una vittoria al Movimento 5 Stelle, Sant’IIario e’ diventata la nuova Arcore, assediata dai giornalisti e dalle telecamere curiose. La villa di Beppe Grillo, pero’, ora pare sia anche diventata obiettivo di potenziali attentati.

Gli artificieri sono intervenuti nella villa del fondatore e garante del Movimento 5 Stelle, nel capoluogo ligure, dopo la segnalazione di un pacco sospetto.

Due carabinieri del nucleo Artificieri, riferiscono le agenzie stampa, sono entrati nella villa per esaminare appunto un plico recapitato in mattinata da un corriere espresso.

Il pacco, di medie dimensioni, e’ indirizzato a Giuseppe Grillo ed e’ stato spedito da Alghero, in Sardegna. Sia il destinatario sia il mittente erano scritti sul pacco a mano con un pennarello blu.

A ritirare il pacco e’ stata la moglie di Grillo, Parvin Tadjk, la quale, insospettita probabilmente dalla calligrafia, ha poi chiamato i militari.

E’ stata lei stessa ad aprire il cancello e ad accogliere in casa gli artificieri.