OUTLOOK CAMBI: MARZO PAZZERELLO, OCCHIO A YEN

9 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) – Marzo “pazzerello” sembra contagiare anche il mercato FX quest’anno (quindi non solo il meteo che, ahimè, continua a stupire con nevicate e temperature polari intervallate da giornate da 15 gradi e sole in abbondanza).

Tra le valute ce n’è una in particolare che a Marzo subisce influssi fondamentali e quindi stupisce il mercato solitamente in senso positivo: lo Yen. Marzo rappresenta il termine dell’anno fiscale in Giappone, quindi gli incentivi fiscali ed il desiderio delle grandi aziende di stilizzare bilanci succulenti per investitori e clienti spinge al rimpatrio di utili.

In effetti lo Yen si è rafforzato contro 16 delle principali valute nonostante il calo dell’azionario nipponico; altra notizia positiva riguarda i CDS sulle aziende giapponesi che sembrano essere calati al minimo dell’ultimo bimestre.

La domanda che ancora ci pervade riguardo allo Yen è il seguente: tra l’incremento della propensione al rischio e il rimpatrio di Yen, quale sarà la forza predominante che condizionerà il sentimento di mercato?

Contrariamente a quanto riportano alcune testate “di settore”, non c’è una correlazione stagionale stabile tra Yen e Marzo – almeno da 10 anni a questa parte. Lo Yen si è apprezzato 5 volte e si è deprezzato 5 volte contro il greenback e contro l’Euro mentre è arrivato a deprezzarsi ben 7 volte negli ultimi 10 anni.

Passando alla sterlina, sono arrivati dati peggiori del previsto nel settore immobiliare e quindi ecco uno dei driver di quella discesa di GbpUsd e GbpJpy a cui abbiamo assistito ieri sera. Oggi sarà con tutta probabilità una giornata lineare sul mercato, senza grossi scossoni e quindi ideale per un po’ di trading con poca volatilità: l’unico dato veramente importante per il mercato oggi è la bilancia commerciale UK (ore 11.30) perchè il CPI Chf (ore 9.15) non ha l’aria di essere market mover visto il basso interesse che il EurChf e UsdChf hanno ultimamente. Qualche bolla in pentola anche a oriente, nel paese del Kenpo, del Kung-Fu e della Grande Muraglia ma capire bene gli effetti sullo Yuan rimane un’impresa epica.

Iniziamo dal consueto eurodollaro per notare come il mercato in generale nelle ultime ore non abbia sconvolto i livelli già visti nei giorni passati.

I prezzi si sono avvicinati alla resistenza importante di 1.3740 per poi riportarsi ad un livello di sicurezza equidistante dalla resistenza appena vista ed il supporto in questa fase particolarmente laterale, 1.3450. Se prendiamo in considerazione un grafico orario, con l’aiuto di oscillatori stocastici di medio periodo (interessanti in fasi laterali, 20-12-6), possiamo ipotizzare come i prezzi possano avere ancora qualche ora di pressione ribassista per poi ipotizzare un ritorno sui livelli di resistenza visti ieri a 1.37.

Molto bilanciato anche il cambio UsdJpy, trovandosi i prezzi in questo momento a 160 punti dai due livelli che dovrebbe/potrebbero cambiare le sorti nel medio periodo. Stiamo parlando, ancora una volta, di 91.60 e 88.40. Nell’immediato la discesa del cambio iniziata a 90.65 potrebbe trovare una buona resistenza a 89.45.

Ha già infranto i “sogni” rialzisti il cable nella serata di ieri. La trendline che ha contenuto la salita dall’inizio di marzo è stata oltrepassata a ribasso ed ora, avvalendoci delle percentuali di Fibonacci, possiamo ipotizzare un punto di arrivo prossimo a 1.4935, qualora il supporto nell’immediato 1.4990 non dovesse reggere.

Nulla di nuovo sul dollaro contro il franco con i prezzi che trovano per le prossime ore un buon livello di supporto a 1.0650 e che continua ad avere un livello obiettivo prossimo a 1.09 figura.

Grandissima ripresa di volatilità sul cambio EurChf… ovviamente scherziamo! I prezzi sono passati da un range giornaliero di 8 a 13 pips con un livello centrale a 1.4630 che ricorda molto, dall’analisi grafica, un cambio fisso. La SNB ha sorpreso così tanto con il suo operato da scoraggiare i grandi flussi dall’operare? O c’è dell’altro?

Copyright © FXCM per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da FXCM Forex Capital Markets. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.