Ottimo inizio di settembre nel Vecchio Continente

1 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Le borse europee concludono la prima giornata di settembre in verde brillante in una giornata che è stata un continuo crescendo. Dopo un esordio moderatamente positivo, i mercati di Eurolandia, hanno infatti accelerato nel corso della mattinata, a dispetto della frenata registrata dal PMI manifatturiero europeo. I listini europei hanno poi accelerato al giro di boa, cancellando la delusione generata dalle Minutes del FOMC, pubblicate ieri sera. A dare un’ulteriore sferzata di ottimismo ci ha poi pensato un buon avvio di Wall Street. La borsa americana ha poi consolidato i guadagni dell’avvio nel corso della seduta grazie anche ad una buona lettura dell’Ism manifatturiero di agosto, che sopra le attese, ha oscurato gli altri due dati della giornata, il dato sui posti di lavoro nel settore privato e e la spesa per costruzioni di luglio che sono stati entrambi deludenti. Sul mercato valutario, l’euro continua ad avanzare nei confronti del biglietto verde. Il cambio EUR/USD prosegue in rialzo, portandosi sopra la soglia degli 1,28 dollari a 1,2817 USD. In rally anche il prezzo dell’oro che si porta a 1.245 dollari l’oncia dopo aver toccato un massimo intraday a 1.254,74 dollari. Si infiamma anche il prezzo del petrolio che scambia a 74,14 dollri la barile nel giorno in cui le scorte settimanali di greggio statunitense hanno registrato un aumento di 3,4 mln di barili. Fra le piazze europee, Bruxelles ha chiuso con un rialzo del 3,02% a 2531,76 punti, Zurigo con un incremento del 2,45% a 6332,43 punti, Parigi con un vantaggio del 3,81% a 3623,84 punti ed Amsterdam con un progresso dello 2,86% a 325,52 punti. Bene anche Francoforte +2,68% a 6083,9 punti, Londra +2,7% a 5366,41 punti e Madrid +3,51% a quota 10544,8.