Osservatorio 7Pixel: come cambia mercato computer portatili con arrivo iPad (2)

28 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’iPad è classificato dall’Osservatorio 7Pixel nella sottocategoria dei tablet PC: di fatto è un oggetto tecnologico del tutto inedito, definibile come la terza via tra smartphone (con il quale condivide sistema operativo e buona parte della dotazione hardware) e netbook. Sarà interessante valutare nei prossimi mesi se la novità di iPad sarà trainante nel creare un nuovo mercato autonomo con dispositivi touchscreen caratterizzati da una generalizzata facilità d’uso (i primi utenti di iPad utilizzano molto spesso nella descrizione del proprio feeling d’uso il termine “intimità”). A questo punto, al fine di rappresentare i rapporti di forza e le tendenze nel mercato dei computer portatili, è utile osservare anche quali siano le proporzioni relative alla suddivisione tra notebook, netbook e tablet PC. Innanzi tutto va rilevato come da gennaio ad aprile incluso, il mercato dei computer portatili sia sostanzialmente spartito tra notebook e netbook (con una proporzione di circa 2 notebook venduti per ogni netbook), con i tablet PC presenti in quantità pressoché irrilevanti. I tablet PC rappresentano meno dell’1 per cento sul totale dei computer portatili ricercati fino ad aprile, mese nel quale – grazie al traino dei primi modelli di iPad di importazione – la categoria si assesta sull’1,23% del totale. Rispetto alla categoria di riferimento, quella dei computer portatili, le vendite di notebook sono abbastanza stabili nei primi tre mesi dell’anno, per registrare un picco del 71,3% ad aprile e scendere a 63,8% a maggio nonostante un calo costante del prezzo medio che negli ultimi due mesi si stabilisce su una cifra di circa 743 euro. Anche i netbook mostrano un andamento piuttosto equilibrato che tra gennaio e marzo raccoglie circa il 31% delle preferenze degli utenti online acquirenti di computer portatili; nei due mesi successivi (aprile e maggio) cala di qualche punto, tra il 27 e il 28% ma dimostra sostanzialmente una tenuta. Anche in questo caso il prezzo medio diminuisce fino ad aprile con un aumento del 7% nel mese di maggio. Entrambe le categorie sono guidate da Acer, che se per i notebook mantiene una buona quota per l’intero periodo, con i netbook registra un calo costante e a maggio perde circa 5 punti percentuali rispetto a gennaio. Nel momento in cui nel mese di maggio entra prepotentemente in scena iPad, sono i notebook a perdere la quota maggiore (mediamente circa 5 punti percentuali in meno da aprile a maggio rispetto al totale). Questo aspetto è sorprendente, in quanto la categoria più affine ad iPad per prestazioni e modalità d’uso è quella dei netbook, che rimane sostanzialmente stabile. Questo dato potrebbe essere spiegabile con il costo relativamente elevato di iPad e quindi con una motivazione legata al risparmio: il suo acquisto richiede la disponibilità di un budget al livello di un notebook, rimanendo difficilmente accessibile a chi sceglie di comprare un netbook come alternativa a basso costo rispetto ad un notebook. Sulla spinta dell’ingresso dell’ iPad, i tablet Pc sono soggetti a una crescita esplosiva. Da gennaio a marzo la quota per questa tipologia di prodotto si attesta intorno allo 0,17%. Ad aprile si verifica già un leggero aumento all’1,23% dovuto alle prime offerte di importazione e a maggio la categoria registra un totale di click pari al 7,37%. Di questa percentuale, Apple costituisce il 6,96% (prezzo medio 720 euro). Le altre marche presenti nella categoria sono Toshiba, Dialogue, Hp, Acer e Lenovo, con quote che non superano mai lo 0,2% e pesano in modo irrisorio sul totale delle ricerche riconducibili ai tablet PC.